Cristiano Ronaldo sulle accuse di stupro: “Solo falsità”. Stampa inglese, spunta un nuovo video

Cristiano Ronaldo ha rotto il silenzio, rispondendo via Twitter alle nuove accuse di stupro provenienti dalla riapertura del caso denunciato da Kathryn Mayorga: “Nego con forza le accuse di cui sono un bersaglio. “Considero la violenza un crimine abietto, contrario a tutto ciò che sono e a ciò in cui credo – ha scritto il portoghese sul suo profilo Twitter – Non ho intenzione di alimentare lo show mediatico montato da persone che si vogliono promuovere a mie spese. La mia coscienza è pulita e mi consente di aspettare con tranquillità i risultati di ogni indagine”.

Cristiano Ronaldo

@Cristiano

I firmly deny the accusations being issued against me. Rape is an abominable crime that goes against everything that I am and believe in. Keen as I may be to clear my name, I refuse to feed the media spectacle created by people seeking to promote themselves at my expense.

Il caso risale al 2009, quando il portoghese, all’epoca 24enne, si trovava a Las Vegas per una vacanza. Durante una festa conobbe Kathryn Mayorga, un’americana che aveva un anno di più, che ora lo accusa della violenza avvenuta nella suite del Palms Casino Resort. Dopo le rivelazioni del settimanale tedesco Spiegel, l’ultima capitolo lo apre un video pubblicato su internet dal tabloid britannico The Sun, che mostra la serata in discoteca in cui Ronaldo si trattiene con la ragazza nella discoteca Rain.

Il tabloid inglese sostiene dunque di aver visionato alcuni documenti legali secondo cui il calciatore avrebbe ammesso a un team di fixer (che si occupano della protezione della reputazione personale) di aver ricevuto un “no “ dalla ragazza durante il rapporto sessuale e di averli poi incaricati di seguire la Mayorga per “gettarle fango addosso”.

Secondo quanto riferisce la ragazza, l’entourage di Ronaldo le avrebbe versato 375mila euro per insabbiare la vicenda. Nella denuncia presentata alla polizia di Clark County, in Nevada, si legge inoltre che la ragazza sarebbe stata invitata da Ronaldo nella sua stanza d’albergo in una suite all’ultimo piano dell’hotel. Una volta accettato l’invito, la ragazza sarebbe stata spinta sul letto da Ronaldo che poi, malgrado il suo rifiuto di consumare il rapporto sessuale, avrebbe tentato di violentarla.