Sbarcati a Pozzallo i 450 migranti. Salvini: “È una vittoria politica”

E’ stato autorizzato lo sbarco a Pozzallo. I migranti sono scesi tutti a terra, in attesa di essere smistati nei Paesi che hanno dato disponibilità. Per il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, “è una vittoria politica”. Sono circa 450 i migranti a bordo della nave Protector del dispositivo Frontex e del pattugliatore Monte Sperone della Guardia di Finanza arrivati nella cittadina in provincia di Ragusa.

Tutte le persone sono state soccorse da un barcone in arrivo dalla Libia, vicino all’isola di Linosa.

L’Ue: “Bene sbarco a Pozzallo, ora cooperazione” – “La Commissione accoglie con favore che entrambe le navi the Protector e Monte Sperone siano sbarcate a Pozzallo e ciò è stato possibile grazie a 6 Stati membri Ue che hanno deciso di accogliere condividere migranti, tra cui Italia, Francia, Germania, Malta, Spagna e Portogallo”. Lo ha detto il portavoce della Commissione Ue Schinas. “L’Italia chiede da tempo una cooperazione regionale sugli sbarchi e ha ragione a chiederlo, la Commissione crede che soluzioni ad hoc non siano sostenibili a lungo termine e chiede una nuova spinta sulla base del Consiglio europeo”.