Trovate ossa della 15enne scomparsa ad Ancona nel 2010

Inquirenti sul luogo dove ossa umane e una scarpa, forse appartenenti a una 15enne bengalese scomparsa ad Ancona nel 2010, sono state trovate in un pozzo, utilizzato per gettare rifiuti e coperto con terra nei dintorni dell'Hotel House di Porto Recanati (Macerata), 28 marzo 2018. ANSA

Sono di Cameyi Mossamet, la 15enne di origine bengalese scomparsa da Ancona il 29 maggio 2010 i resti ossei ritrovati nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House di Porto Recanati.

Lo si può “ragionevolmente” affermare, secondo la Procura di Macerata a seguito dei primi accertamenti medico legali di laboratorio eseguiti all’Istituto di Medicina legale di Ancona. L’ipotesi degli inquirenti è che la ragazza, una volta giunta da Ancona presso la stazione ferroviaria di Porto Recanati, si sia recata all’Hotel House, e sia stata uccisa poco dopo e sotterrata nei pressi dell’immobile.

Gli inquirenti invitano chi abbia notizie sulla ragazzina, utili a indagini “apparentemente non agevoli”, a recarsi in Questura ad Ancona o Macerata, o presso uffici di polizia giudiziaria o alla Procura di Macerata. Ossa umane e altri frammenti, che apparterrebbero a più persone, erano stati ritrovati vicino a un pozzo accanto a un casolare abbandonato durante controlli anti-droga della Guardia di Finanza.