Mondiali Russia 2018 – I segreti del pallone Telstar 18

71109057. Zúrich, 9 Nov. 2017 (Notimex-Especial).- “Telstar 18”, el cual es una reinvención del esférico que fue utilizado en México 1970, será el balón que se utilizará en la próxima Copa del Mundo Rusia 2018. NOTIMEX/FOTO/ESPECIAL/COR/SPO/

Curiosità su Telstar 18, il pallone dei Mondiali 2018. L’ Adidas ripropone una versione moderna del primo pallone che produsse per i Mondiali 1970, dal design inconfondibile e con incredibili contenuti innovativi

I Mondiali di calcio 2018 hanno avuto inizio ieri con la partita tra Russia e Arabia Saudita e tutti gli occhi sono stati puntati sul pallone, da molteplici punti di vista. A differenza di altri prestigiosi campionati sportivi, infatti, i mondiali di calcio hanno qualcosa di unico: la FIFA utilizza il proprio pallone specificatamente progettato per il torneo e l’unica esperienza che i calciatori hanno con la sfera è legata alle diverse partite che portano alla competizione.

Negli anni, si è cercato di migliorare le capacità aerodinamiche del pallone. Questi cambiamenti sono stati oggetto di intense analisi. Un fattore naturale che può migliorare o rallentare il volo della palla è la temperatura. “Se si aumenta la temperatura, la densità di massa dell’aria diminuisce e l’azione frenante sul pallone si abbasserà di conseguenza, quindi il pallone andrà più lontano quando la temperatura aumenta”, spiega John Eric Goff, professore di fisica presso l’University of Lynchburg (Virginia). Goff spiega che l’umidità non svolge un ruolo importante come il cambio di temperatura.

Il pallone ufficiale per i mondiali 2018 è, invece, Telstar 18, un pallone isolato termicamente costituito da 6 pannelli. Pesa meno di 450 grammi e ha un microchip incorporato. I palloni da calcio che sono termicamente isolati, e non semplicemente cuciti, eliminano il rischio che si impregnino d’acqua quando si gioca su campi bagnati. Un pallone bagnato, infatti, può essere più pesante da spostare per i giocatori.