Le mamme accusano una maestra di picchiare i propri figli, ma arriva la replica dell’insegnante

Non si è fatta attendere la risposta dell’insegnante accusata di picchiare i suoi alunni.

Le madri dei bambini che hanno fatto questa accusa chiedono di fare chiarezza: “Mio figlio si schiaffeggia da solo e piange all’idea di dover andare a scuola. La scuola dovrebbe essere un luogo di svago e di apprendimento, non certamente di violenza fisica e psicologica. Pretendiamo chiarezza, chiediamo che venga fatta luce al più presto per noi e per i bambini che verranno dopo”. Ha raccontato una mamma.

Il dirigente della scuola elementare Giacomo Leopardi di Fuorigrotta (Napoli), ha immediatamente replicato: “È tutto al vaglio delle forze dell’ordine e della dirigenza scolastica regionale. Noi non abbiamo mai avuto avvisaglie o segnali che ci potessero far pensare a una situazione del genere. L’insegnante è sempre stata mite e disponibile con i bambini e non abbiamo elementi per formulare alcuna ipotesi”. Di sicuro il clima resta teso: “Ma i primi a essere danneggiati sono proprio i nostri bambini, che in ogni momento accudiamo con attenzione e abnegazione. Speriamo che si possa arrivare quanto prima a una risoluzione definitiva e giusta per tutti”.

“Noi non siamo né pazze né violente, siamo solo esasperate da una situazione che va avanti da troppo tempo”. Così un’insegnante ha denunciato di essere state aggredita dalla madre di un alunno: “Ma c’è stata solo una discussione animata – si affrettano a chiarire le altre mamme – e abbiamo mostrato alla maestra le foto dei nostri figli e quello che ci avevano detto i bambini”.