Bambino contrae la peste bubbonica: è il primo caso dopo 20 anni

Sarebbe il primo caso umano dopo 20 anni: lo sfortunato è un bambino che si era ammalato il mese scorso. Solo questa mattina sono arrivati gli shoccanti risultati che confermano la peste bubbonica.

E’ successo nello stato dell’Idaho, negli Usa. Come riporta The Indipendent, Christine Myron, portavoce del Dipartimento Sanitario del Distretto Centrale, ha detto che il bambino sta meglio, è tornato a casa e si sta riprendendo con gli antibiotici.

La peste bubbonica causa linfonodi ingrossati o “bubboni” e la forma polmonare è la più violenta. Non è ancora chiaro dove il piccolo abbia contratto la malattia. Se nella sua contea di Elmore – dove la malattia sarebbe stata riscontrata negli scoiattoli – o durante un viaggio in Oregon.

I casi più recenti risalirebbero al 1991. «Le persone possono ridurre il rischio di infezione – spiega l’esperta Sarah Correll –  trattando i propri animali domestici con antipulci ed evitando il contatto con la fauna selvatica».