Houston – Bomba giocattolo nello zaino di un boy scout: panico in aeroporto

Aveva messo nel suo bagaglio una bomba giocattolo, ha mandato in tilt la sicurezza all’aeroporto William P. Hobby di Houston, dove si era presentato per imbarcarsi. A provocare l’allarme, poi rivelatosi infondato, è stato un boy scout di 17 anni che in valigia aveva infilato quell’arma giocattolo.

Panico in aeroporto dopo che gli agenti della security in prossimità del check-point hanno individuato l’oggetto ed hanno urlato alla gente di sgomberare l’area.

L’allerta è subito scattata. Soltanto il giorno prima, sempre a Houston, era stato evacuato lo scalo internazionale della città texana, il “George Bush”. Il portavoce dell’aeroporto William P. Hobby, Bill Begley, ha spiegato che i passeggeri hanno potuto ritornare al checkpoint, inizialmente sgomberato, solo dopo che le autorità si sono assicurate che si trattava soltanto di un oggetto che assomigliava a una bomba, assolutamente innocuo. Non è chiaro perché il 17enne avesse quel “giocattolo” con sè.

La polizia di Houston ha detto che il ragazzo non sarà incriminato ma che dovrà pagare una sanzione. In seguito a questo incidente hanno registrato dei ritardi 15 voli che collegano il sud-est del Paese.