Torino – Segregata e violentata per mesi

Una donna è rimasta segregata in una stanza per sei mesi: l’uomo che l’ha rinchiusa è un romeno di 39 anni, che l’ha ripetutamente picchiata e violentata.

L’uomo è stato bloccato dalla polizia in un supermercato nel centro di Torino, dove aveva costretto la donna a seguirlo. A dare l’allarme è stata proprio la vittima, che in un momento di distrazione dell’uomo è riuscita a fuggire.

Quando si erano conosciuti, lui sembrava semplicemente volerla aiutare: la donna era un’ex ballerina ed era finita a vivere per strada a causa di problemi economici. Così, l’uomo le aveva offerto ospitalità a casa sua. Ma dalla buona azione all’incubo, il passo è stato breve. La vittima è rimasta per mesi in una stanza fredda, sporca e fatiscente. Il tugurio era chiuso a chiave da una grossa catena e per la donna non c’era via di fuga.

La svolta è arrivata quando il suo aguzzino l’ha obbligata a seguirlo in un supermercato di corso Turati. Lei è riuscita a scappare e a dare l’allarme, così gli agenti sono potuti intervenire e arrestare l’uomo, che nel frattempo si era nascosto dietro ai distributori automatici di bevande.