GP – Michele Pirro, terribile caduta nelle prove Libere – Video

Terribile volo nel corso della seconda sessione di Libere al Mugello: alla curva San Donato, dove si stacca a oltre 350 km/h, la Ducati di Michele Pirro, wild card per il GP d’Italia, è uscita di pista.

Il pilota, con la moto imbizzarrita, è stato sbalzato dalla sella in modo pauroso, ha volteggiato in aria fino a cadere pesantemente al suolo e finire riverso nella ghiaia: dinamica spaventosa, ma non chiara nel suo innesco, forse legato a problemi alle pastiglie dei freni. Questo il riscontro medico, del dottor Charte dopo la visita al Centro Medico: “Pirro ha un trauma cranico, facciale, toracico-addominale e del rachide lombo-dorsale, muove regolarmente tutti gli arti e ha una situazione neurologica normale”. Poi la Tac total body, dopo il trasporto in elicottero all’ospedale Careggi di Firenze, ha escluso altre complicazioni, ma il pilota resterà lì in osservazione per la notte.
“PILOTA COSCIENTE” — L’incidente si è verificato sotto gli occhi di Iannone che era appena uscito dai box con la sua Suzuki: ampi gesti e sessione immediatamente fermata con la bandiera rossa e riprese televisive interrotte come da protocollo. Fiato sospeso e tanta apprensione fino alla prima comunicazione: “Pilota cosciente e in grado di parlare”. Pirro è stato portato via in barella, verso l’ambulanza e poi al Centro Medico, con dei teli bianchi a coprire l’operazione per salvaguardia della privacy. In seguito è stato trasportato in elicottero all’ospedale di Careggi dove ha effettuato Tac e risonanza magnetica.
CONTROLLI IN OSPEDALE — Così Paolo Ciabatti, il direttore sportivo Ducati, sulla dinamica: “Pirro non ricorda alcunché dell’accaduto, ma sulle cause dell’incidente non sappiamo che dire: dobbiamo aspettare, da quanto si è visto e dalla mimica di Iannone potrebbe essersi bloccato qualcosa sulla moto”.
IL DOTTOR ZASA — Questo il parere, rassicurante, del Dott. Michele Zasa: “Pirro ha subito un trauma cranico commotivo, ha perso conoscenza poi l’ha recuperata. La colonna vertebrale pare a posto come il resto della situazione neurologica. Nel 99% dei casi la perdita di memoria in queste situazioni è normale. La Tac è negativa, è tutto sotto controllo: ha solo un piccolo versamento addominale ma nulla di preoccupante. Per il resto ha una botta al polso, che non è fratturato, e una lussazione della spalla destra che è stata rimessa in sede già al Centro Medico. Passerà la notte in ospedale e poi saranno valutate le sue eventuali dimissioni”.
IL POST — Dall’ospedale di Firenze è arrivato, via Facebook, anche il messaggio rassicurante di Pirro: “Un jolly dal mazzo l’ho giocato! Sono un po’ sbattuto ma ho la pelle dura”.