Morta carbonizzata in auto Arianna, giovane promessa del tennis

Stava viaggiando in auto col papà per raggiungere il Centro Tennis di Schio, ma mentre attraversavano la A31 la Volkswagen Golf nella quale stavano viaggiando ha preso fuoco.

Arianna Rossetto, 17 anni, di Noventa Vicentina, e il padre, Luciano, di 51 anni, sono morti nel rogo, martedì.

Arianna, giovane promessa del tennis, sarebbe dovuta scendere in campo per disputare la sua terza partita del torneo open Andritz Hydro contro la trentina Francesca Covi.

L’arbitro della partita alle 13 ha telefonato ad Arianna per capire dove fosse: era morta da circa un’ora. Il direttivo del Tennis club Schio ha scritto un post Facebook. “Siamo profondamente rattristati per la morte di Arianna Rossetto e di suo padre Luciano. Arianna aveva deciso di partecipare al nostro torneo, ma alle 13 non si è mai presentata. A nome di tutto lo staff e dei giocatori del torneo open Andritz, vogliamo estendere profonde condoglianze alla sua famiglia. Sarà ricordata con un minuto di silenzio durante le finali del torneo“.