Mamma poliziotto uccide rapinatore: premiata dal governatore – Video

Katia da Silva Sastre, 42 anni, era fuori servizio davanti alla scuola dei figli: ha disarmato il criminale e lo ha colpito tre volte. Lʼencomio pubblico nel giorno della festa della mamma

Il giorno prima reagisce a una rapina davanti alla scuola dei figli e ferisce a morte il malvivente, il giorno dopo viene premiata per il suo coraggio, con tutti gli onori, dal governatore dello Stato di San Paolo in persona, Marcio Franca, durante la Festa della mamma. E’ accaduto alla 42enne Katia da Silva Sastre, caporale della polizia militare, che il 12 maggio, in borghese, era andata a prendere le sue bimbe a fine lezione. Era con altri genitori, davanti ai cancelli, quando un ladro, pistola in pugno, ha tentato di rapinare i presenti. La donna ha sfoderato l’arma di servizio, lo ha disarmato e ucciso. Da qui il titolo di “mamma coraggio”.

La vicenda ha come cornice l’ingresso della scuola Ferreira Master di Suzano, a San Paolo. “Siamo venuti qui questa domenica mattina, festa della mamma, – ha detto il governatore alla stampa, – in un giorno molto speciale per onorare una madre molto esperta, molto disponibile, molto coraggiosa, che è il caporale Sastre del 4 ° Baep, nella zona est”.

La donna, il giorno prima, era con sua figlia e altre madri all’uscita della scuola quando il ladro, il 21enne Elivelton Neves Moreira, è arrivato armato. L’agente di polizia ha estratto la sua arma e ha sparato, difendendo le altre madri e gli altri bimbi presenti, che assistevano al tutto terrorizzati. L’agente ha approfittato dell’attimo in cui il rapinatore cercava di afferrare portafoglio e telefono di un papà. Tre colpi hanno centrato il malvivente alle gambe e al petto; pur a terra, il giovane ha tentato una reazione: il primo colpo in aria, il secondo si inceppa nell’arma. Il ragazzo morirà una volta giunto in ospedale. Le telecamere di sorveglianza esterne all’istituto privano hanno ripreso quegli istanti.

“Siamo venuti qui – ha continuato il governatore – per festeggiarla perché è madre di due ragazze, sposata con un agente di polizia che è stato recentemente colpito da un proiettile, eppure ha avuto il coraggio di reagire quando non era in servizio; l’istinto di questi bravi professionisti di San Paolo della Polizia Militare ha avuto la meglio”.