Vi ricordate di Don Euro? Il sacerdote sotto inchiesta grazie al programma “Le Iene” adesso è stato dimesso

Don Luca Morini, ovvero “Don Euro”, è stato dimesso dallo stato clericale. A deciderlo è stata la Congregazione per il clero e a comunicarlo è stato è stato il vescovo di Massa Carrara e Pontremoli, monsignor Giovanni Santucci.

Anche noi ci eravamo chiesti, dopo i nostri servizi e la conseguente inchiesta per truffa ed estorsione nei confronti dei fedeli, come Don Euro potesse essere ancora prete. Come potete vedere qui sotto anche dall’ultimo nostro servizio, Don Luca Norini, parroco a Massa Carrara, si dava alla bella vita tra i suoi escort, la cocaina e hotel, auto e cene extra-lusso. I soldi? Sarebbero quelli sottratti ai parrocchiani: dalle offerte, chiedendo soldi per assoluzioni e battesimi e perfino girando per i paesini con una tanica di acqua benedetta che avrebbe spacciato come proveniente da Medjugoirje.

Non a caso, appunto, i parrocchiani lo avevano soprannominato “Don Euro”. A gennaio, due anni dopo i primi servizi de Le Iene, è stato chiesto il suo rinvio a giudizio. Dal suo caso è emerso anche un dossier che accuserebbe 48 sacerdoti.

Soltanto oggi, la Chiesa l’ha “esonerato da tutti gli obblighi sacerdotali”. “Gianluca Morini perde lo stato clericale con relativa dispensa dagli obblighi sacerdotali. La sanzione disciplinare sancisce l’esclusione del presbitero dall’esercizio del sacro ministero, esonerandolo da tutti gli obblighi sacerdotali”.

Guarda qui sotto l’ultimo servizio della Iena Nina Palmieri su Don Euro andato in onda il 18 febbraio.

Clicca qui per guardare il servizio di Mediaset