Delitto Modena, uccisi a colpi di roncola nella stalla. Interrogato il genero di una delle vittime

Delitto Modena
Carabinieri sul luogo dove stati uccisi a colpi di roncola Ugo e Remo Bertarini, i due fratelli settantenni trovati morti in una stalla nell'azienda agricola di Lama di Zocca, nel Modenese, 27 febbraio 2018. ANSA/FRANCESCO VECCHI

Le due vittime, Ugo e Breno Bertarini, erano il suocero dell’indagato e lo zio dell’ex moglie.

I carabinieri di Modena hanno eseguito nella notte il fermo disposto dal Pm Lucia De Santis nei confronti di Angelo Rainone, 50 anni, accusato di aver ucciso a colpi di roncola i due fratelli trovati morti martedì in una stalla a Lame di Zocca, sull’Appennino.

Per illustrare le indagini è stata convocata una conferenza stampa nella sede del comando provinciale dei carabinieri di Modena, presente anche il procuratore capo Lucia Musti.

Ugo e Breno Bertarini, 73 anni il primo e 70 l’altro. Fratelli e ‘colleghi’ nell’azienda agricola di via San Giacomoaccanto alla quale sorge quella stalla dove ieri mattina, verso le 8, sono stati trovati morti. Uccisi con una roncola; i due corpi sono stati scoperti dalla figlia di Ugo, nonché nipote di Breno. È stata lei a dare quell’allarme che ha generato, da subito, la caccia all’uomo a Zocca, paese ben più noto per aver dato i natali a Vasco Rossi che per casi di cronaca nera.