Chiuso nel frigo del supermarket, beve tre casse di birra invece di chiedere aiuto

È rimasto chiuso nel reparto frigorifero di un supermercato aperto 24 ore su 24 – il Kwik Trip – ma, anziché chiedere aiuto, non si è perso d’animo e ha bevuto le lattine di birra all’interno, circa tre casse. L’insolita vicenda è avvenuta a Marshfield, nel Wisconsin. E per il protagonista l’avventura si è conclusa con l’arresto da parte della polizia.

Jeremy Van Ert, 38 anni, ha passato la notte, almeno sei ore, all’interno del refrigeratore con una temperatura intorno agli zero gradi dopo che, questa la sua versione, si è ritrovato dentro il frigorifero per prendere della birra che voleva comprare, senza riuscire ad aprire la porta per tornare indietro.

Diversa invece la versione della polizia di Marshfield. “Il soggetto si è ritrovato bloccato nel frigorifero della birra e sapeva che il supermercato non gliel’avrebbe venduta, quindi ha deciso di restare lì dentro” ha detto il capo della polizia locale, Rick Gramza.

Solo alle sei del mattino Van Ert è stato ‘liberato’, quando un cliente del supermercato ha aperto la porta dall’esterno. I dipendenti sono rimasti sorpresi ma, invece di spiegare la situazione, l’uomo è scappato. La sua fuga non è durata molto: i fumi dell’alcool avevano già fatto effetto e, come raccontano i testimoni, non si reggeva in piedi tanto da cadere sopra a una pila di casse di birra, rompendone tre.

Ora Van Elt si trova in carcere con l’accusa di furto perché non ha pagato tutte le birre consumate. “È incredibile, sono qui da vent’anni. Avevo sentito parlare di persone

rimaste intrappolate negli edifici, ma mai in un reparto frigorifero” è il commento di Gramza. Intanto, il Twik Trip ha fatto sapere alla clientela che farà più attenzione alla sorveglianza, per evitare altri ‘uomini surgelati’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here