L’uragano Irma devasta Barbuda: almeno 10 morti – FOTO E VIDEO

L’uragano Irma sta spaventando diverse città: il suo passaggio sui Caraibi ha causato la devastazione di Barbuda. Le vittime sono almeno 10.

Danni ingentissimi anche sulle due isole francesi di Saint Martin e Saint Barthelemy, nel Mar dei Caraibi, con venti oltre i 300 chilometri orari.

A Miami Beach le autorità hanno ordinato l’evacuazione, mentre in Florida sono stati presi d’assalto i supermercati.

Il sindaco di Miami Beach, definendo Irma “un uragano nucleare”, aveva già fatto appello ai residenti ad “andare via subito”. Nella zona si temono devastazioni superiori a quelle del 1992 causate dall’uragano Andrew. La popolazione ha fatto scorta di cibo e gli scaffali dei supermercati, oltre alle pompe di benzina, hanno esaurito la merce.

Adesso l’uragano, categoria 5 su 5, ha raggiunto il nord del territorio americano di Porto Rico, dove vivono circa 3 milioni di abitanti, e circa la metà della popolazione si trova già senza elettricità.

Anche a Cuba è stato dichiarato lo stato d’emergenza nelle province orientali di Guantanamo, Santiago de Cuba, Granma, Holguin, Las Tunas, e in quelle centrali di Camaguey, Ciego de Avila e Villa Clara: il passaggio dell’uragano è previsto nelle prossime ore.
Per il momento la regione dell’Avana, con i suoi due milioni di abitanti, è stata risparmiata dal dispositivo di allerta. Il volo del Papa, che mercoledì sera è arrivato in Colombia, è stato deviato per evitare i venti dell’uragano.
 Secondo le stime dell’Onu, che ha dispiegato squadre umanitarie alle Barbados per lavorare con l’agenzia per la gestione dei disastri dei Caraibi, l’uragano può arrivare a colpire 37 milioni di persone. I funzionari delle Nazioni Unite ad Haiti sono invece impegnati a offrire l’appoggio necessario al governo locale. Intanto il Fondo Monetario Internazionale è pronto ad aiutare i suoi stati membri colpiti dall’uragano, afferma Christine Lagarde.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here