Cade da cinque metri, è in grave condizioni. La donna afferma che a spingerla è stato il fidanzato

Afferma di esser stata spinta dal compagno, lui nega di averlo fatto. Certo è che la donna è caduta da almeno cinque metri, rompendosi una gamba e causandosi traumi interni. Al momento è ricoverata a Siena, dove è stata portata con Pegaso. Le sue condizioni sono serie, ma non è in pericolo di vita.

Misterioso episodio, venerdì 11 intorno alle 15, in via Ombrone, al capannone dell’azienda La Gaviota. Si tratta di una società che commercializza pesce e il capannone è usato come magazzino. Tutto è iniziato con una lite fra due fidanzati, entrambi trentaquattrenni e di origine marocchina, regolarmente residenti in Italia.

La coppia da tempo aveva dei problemi, sfociati più volte in liti, anche abbastanza violente. E ieri c’è stato un incontro molto burrascoso, nel capannone dell’azienda, di cui lui è custode. Pare che i due abbiano iniziato a litigare in modo sempre più acceso, nell’alloggio di servizio che si trova al primo piano del capannone stesso. Urla sentite anche a distanza.

A un certo punto la donna è caduta da una finestra, finendo nel piazzale, cinque metri più in basso. È rimasta immobile, in un lago di sangue. È stato lo stesso compagno a dare l’allarme, chiamando il 118.

Sul posto è arrivata un’ambulanza con medico a bordo. La donna è stata curata sul posto ma, vista la gravità della situazione, è stato chiamato l’elicottero Pegaso. Una volta stabilizzata la donna è stata trasportata a Siena. Poco dopo sul posto è arrivata anche una macchina della polizia.

Gli agenti hanno sentito l’uomo e effettuato alcuni rilievi. Poi è stata sentita anche la donna che ha detto di esser stata spinta e di essere caduta, quindi, in conseguenza della lite con il compagno. La polizia sta indagando sull’accaduto, cercando riscontri del racconto dell’uno e dell’altro.

Al momento gli aspetti da chiarire sono ancora molti e numerose le incongruenze nei racconti.

Anche oggi la donna sarà sentita a Siena. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here