“Hai chiamato Striscia la Notizia al maneggio”. Titolari gli spezzano le braccia

Una lunga serie di sevizie e torture da lasciare attoniti pure i peggiori dittatori. Succede in Italia, per la precisione a Caluso, in provincia di Torino.

Uno stalliere della scuola di equitazione di Caluso è stato torturato per ore accusato di aver “spifferato” il segreto del maneggio e aver attirato così i controlli della zoofila e la troupe di Striscia la Notizia.

Già da questa mattina le ruspe della forestale hanno iniziato a scavare nei campi attigui alla scuola di equitazione per verificare se è vero quanto scritto in alcune segnalazioni. Ovvero che in quei terreni si trovi una vera e propria fossa comune per cavalli, barbaramente sotterrati dai proprietari del maneggio. I carabinieri hanno inoltre messo le manette ai polsi dei due titolari, accusati di estorsione, sequestro di persona e lesioni ai danni del loro stalliere e istruttore di equitazione.

L’orrore iniziò il 16 febbraio scorso. Quando le guardie zoofile sono arrivate insieme a Striscia la Notizia, i proprietari del maneggio se la sono presa con lo stalliere, accusandolo di aver fatto la spia. E così i due hanno rinchiuso l’uomo nella stalla e lo hanno preso a bastonate. Non contenti, lo hanno appeso per i piedi pestato finché non è svenuto. Infine lo hanno seviziato con un “torcinaso” e poi gli hanno spezzato entrambe le braccia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here