Ucciso terrorista ritenuto responsabile dell’attacco a Parigi

Un militante dell’Isis, ritenuto tra i responsabili dell’attacco di Parigi del 13 novembre, è rimasto ucciso durante un raid in Siria il 24 dicembre. Lo rivela il colonnello Steve Warren, portavoce della coalizione anti-Isis, secondo cui Charaffe al Mouadan, meglio noto come Souleyman, “stava preparando attentati contro l’Occidente”. Souleyman, 27 anni, era amico d’infanzia di uno dei kamikaze del Bataclan.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here