Chioggia, il gestore della spiaggia: “Amo ordine, pulizia e disciplina”

Gianni Scarpa, gestore dello stabilimento di Chioggia, finito agli onori della cronaca per i cartelli inngeggianti al Ventennio e al Duce, si difende e dice:”La mia una spiaggia fascista? Si è esagerato”.

“Dicono che inneggio al regime e sono fascista? Io non sono fascista – scandisce Scarpa – Io sono amante della pulizia, dell’ordine e della disciplina. Essere etichettato come fascista per questo mi sembra esagerato”, ribadisce il gestore dello stabilimento di Chioggia che è molto amato dai suoi clienti per mantenere la tranquillità sulla spiaggia. “Qui c’è gente per bene spiega non si sente un urlo, uno schiamazzo. Nulla di nulla. Tutti educati”, dice Scarpa che qualche anno era finito alla ribalta della cronaca per la poca tolleranza nei confronti dei bambini. “Ho solo avvertito che qui per i bambini non c’è nulla. Non ci sono giostre o intrattenimenti, non ho mai detto che non possono venire”, ricorda. Ora cerca soltanto di mantenere intatto l’alto standard del suo stabilimento e conclude: “Per terra non c’è nemmeno una cicca. Nessuno si lamenta. La mia è una spiaggia bellissima, pulitissima e ordinata. E poi a casa mia sono liberissimo di esprimere le mie idee…”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here