Trovata morta in casa, donna di 47 anni era scomparsa da 4 mesi

Morta da tre o quattro mesi, sola, nel suo appartamento di Castano Primo. Sono stati i carabinieri della locale stazione, assieme agli agenti di polizia locale della cittadina e ai vigili del fuoco a rinvenire il corpo ormai mummificato di B. S., 47 anni, italiana originaria di Turbigo – dove risiedono i suoi genitori – ma abitante a Castano da diversi anni. Il macabro ritrovamento è avvenuto venerdì pomeriggio, a seguito delle segnalazioni dei vicini di casa, che avevano notato la posta non ritirata che si ammucchiava in casella e pian piano si erano resi conto che la donna non si vedeva in giro da più di tre mesi.

 Constatato che l’immobile risultava chiuso, ma con molta posta recapitata e non ritirata, utenze staccate per bollette non pagate, parenti che da mesi non avevano contatti con la stessa, gli agenti, accompagnati da un carabiniere, sono intervenuti, con vigili del fuoco e personale medico, all’interno dell’abitazione. Grazie a un’autoscala sono penetrati nell’appartamento, dove la donna, originaria di Turbigo (Milano), viveva da un paio d’anni, e si sono trovati davanti la raccapricciante scena del cadavere di lei in bagno. L’autorità giudiziaria ritiene che la morte sia avvenuta per cause naturali.