Soldato spara a un gruppo di militari americani in Afghanistan: ci sono almeno 4 morti

L’attacco di un soldato afghano ad un gruppo di militari stranieri «non ha causato la morte di nessun soldato americano o della Nato, mentre alcuni militari statunitensi sono rimasti feriti». Lo ha reso noto oggi la missione Resolute Support della stessa Nato.

Un uomo che indossava una divisa dell’esercito afghano ha aperto il fuoco contro un gruppo di militari americani in una base del 209esimo Corpo d’armata Shaheen nella provincia di Balkh, nel nord del Paese, uccidendone quattro. Lo riferisce l’agenzia di stampa Pajhwok. Il comando militare Usa a Kabul ha confermato di essere “a conoscenza di un incidente” a Camp Shaheen.

Il Pentagono invierà altro 4.000 soldati in Afghanistan, nel tentativo di rompere la situazione di stallo militare in una guerra che ha visto avvicendarsi tre comandanti in capo. La decisione del segretario alla Difesa Jim Mattis potrebbe essere annunciata già la prossima settimana. La decisione segue la mossa di Trump a dare a Mattis l’autorità di fissare livelli di truppe venendo incontro alle richieste del comandante interforze in Afghanistan, che non ha abbastanza forze per aiutare l’esercito afghano contro una rivolta talebana. Era stato pochi giorni fa lo stesso segretario alla difesa James Mattis ad ammettere: “Gli Usa in Afghanistan non stanno vincendo”.