La Nord Corea lancia un altro missile. Ha percorso circa 500 chilometri

E sono dieci dall’inizio dell’anno. Questo pomeriggio ora locale (le 10 del mattino in Europa) gli artiglieri di Kim Jong-un hanno lanciato un missile che secondo le rilevazioni della Difesa sudcoreana ha volato per circa 500 chilometri prima di cadere in mare. Il nuovo presidente della Sud Corea, Moon Jae-in, ha subito convocato una riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza nazionale; fonti della Casa Bianca dall’Arabia Saudita, dove Donald Trump è in visita, affermano che si tratta di «un missile balistico di medio raggio», non ancora quindi l’Icbm, l’Intercontinental ballistic missile che se lanciato dai nordcoreani potrebbe provocare la reazione militare da parte di Washington.

Il “proiettile non identificato” ha volato per 500 chilometri, sempre secondo quanto riferisce l’agenzia sudcoreana. Il lancio arriva una settimana dopo che Pyongyang ha testato con successo un nuovo missile a medio raggio che, secondo gli esperti, potrebbe essere in grado di raggiungere l’Alaska o le Hawaii.

Secondo le prime stime dei militari sudcoreani, il missile è finito nel Mare del Giappone. Il presidente Moon Jae-in ha convocato una seduta urgente del Consiglio sulla sicurezza nazionale.

Casa Bianca: missile a medio raggio – “Siamo a conoscenza del lancio del missile a medio raggio effettuato dalla Corea del Nord”. Così la Casa Bianca dopo il test di Pyongyang. “Il missile – si legge in una nota nota – già testato a febbraio, ha un raggio inferiore rispetto a quelli lanciati dalla Corea del Nord negli ultimi tre test effettuati”.