Giallo sulla morte di una turista in Egitto, spunta un video choc: è Magdalena?

Il 14 marzo Magdalena Zuk, una turista polacca di 27 anni in vacanza in Egitto, è morta dopo essere precipitata dalla finestra di un ospedale: è mistero sulla sua morte.

Per le autorità egiziane si tratta di suicidio: si sarebbe lanciata dalla finestra dopo essere arrivata in ospedale “mostrando segni di un possibile disturbo mentale”. Le autorità polacche, però, hanno reagito con furia, rifiutando la versione ufficiale della polizia egiziana, ritenuta poco convincente.

La 27enne polacca si trovava in vacanza in un resort sul Mar Rosso, in Egitto, quando è avvenuto l’episodio. Gli inquirenti del Governatorato del Mar Rosso hanno dismesso il caso spiegando che la ragazza è morta suicida dopo aver dato segni di squilibrio durante un ricovero in ospedale.

Ma fin da subito diversi media polacchi hanno dubitato delle dichiarazioni ufficiali egiziane, avanzando ipotesi alternative sulla morte di Magdalena. Secondo alcuni, la ragazza portrebbe essere stata stuprata prima della sua tragica fine.

Nelle ultime ore è anche spuntato un video, girato da una telecamera a circuito chiuso di un hotel del Mar Rosso, in cui si vede una ragazza, non ancora identificata, che viene inseguita, picchiata e trascinata via da almeno quattro uomini che potrebbero anche averla stuprata.

Dalle immagini, la giovane vittima della violenza sembra somigliare a Magdalena Zuk, ma non è chiaro se sia effettivamente la turista morta il 14 maggio scorso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here