Baby borseggiatrici scatenate nella metro di Termini a Roma

Undici e quattordici anni, baby-borseggiatrici. I carabinieri le hanno sorprese mentre tentavano di rubare il portafoglio a una turista olandese nella metro B. Le due piccole ladre facevano finta di aspettare il trenino sulla banchina della fermata  Termini, in realtà erano solo in attesa di vittime da derubare. I carabinieri della stazione Roma Nomentana, in abiti civili confusi tra i passeggeri, le hanno bloccate:  la più grande  è stata arrestata e portata nel centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli mentre la più piccola è stata accompagnata in un’altra struttura per minori. Nel giro di poche ore i militare impegnati nei controlli a bordo dei mezzi pubblici e nelle piazze più affollate hanno fermato otto  borseggiatori.

 

A piazza Venezia arrestate tre ragazze e un ragazzo, tutti romeni, senza fissa, tra i 25 e i 29 anni. La banda è stata notata aggirarsi nei pressi di via Ottaviano ed è stata bloccata proprio mentre stava derubando del portafogli una turista statunitense. Poco dopo, i carabinieri della Stazione Roma Quirinale hanno fermato un cittadino algerino di 42 anni, sorpreso nella fermata della metropolitana «Spagna» mentre stava sfilando il portafogli dalle tasche di un turista americano. Tutti i borseggiatori sono in attesa di essere giudicati con rito direttissimo