Michele Scarponi è morto investito mentre si allenava in bici – Video

E’ morto travolto da un autocarro durante un allenamento in bici nel suo paese, Filottrano, Michele Scarponi, campione di ciclismo di 38 anni.  Da quanto si apprende l’incidente è avvenuto attorno alle 8 in via dell’Industria. Per cause in corso di accertamento il ciclista sarebbe stato centrato in pieno da un autocarro Fiat Iveco, alla guida un muratore 57enne del posto. Dramma nel dramma: pare che i due si conoscessero bene e fossero amici di famiglia. Circostanza frequente in un piccolo centro come il comune tra le colline della provincia di Ancona. Diventato famoso proprio grazie a Scarponi, soprannominato “l’Aquila di Filottrano”, per le sue doti da scalatore. Solo ieri aveva concluso al quarto posto il Tour of the Alps – dove aveva vinto la prima tappa.  Professionista dal 2002, aveva vinto nel 2009 la Tirreno-Adriatico e nel 2011 il Giro d’Italia grazie alla squalifica per doping dello spagnolo Alberto Contador. L’ultimo suo successo risale al 2013 quando si è aggiudicato il Gp Costa degli Etruschi. Attualmente portacolori dell’Astana, Scarponi ne era stato nominato capitano per il prossimo Giro d’Italia, al via il 5 maggio, per il forfait di Fabio Aru. Lascia la moglie e due gemellini di cinque anni.

L’incidente.Il dramma sarebbe avvenuto nei pressi di un incrocio, in via dell’industria. La bici, diretta in direzione Jesi, sarebbe stata centrata in pieno dal furgone. La dinamica è in via di ricostruzione da parte delle forze dell’ordine. Le condizioni del campione sono apparse subito gravissime. Un’ambulanza infermieristica avrebbe raggiunto il luogo dell’incidente in pochi minuti, mentre dall’ospedale regionale si era alzata in volo l’eliambulanza. Ma i sanitari sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Scarponi. La salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale regionale, come disposto dall’autorità giudiziaria.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here