Sciatori morti in una valanga in Tirolo

È di quattro scialpinisti svizzeri morti il bilancio di una valanga caduta ieri mercoledì 15 marzo 2017 verso le 12.30 in Tirolo.

La slavina di grosse dimensioni si è abbattuta su un gruppo di scialpinisti sul Jochgrubenkopf, una vetta poco lontana da passo Brennero e quindi dal confine con l’Alto Adige.

Quasi subito sono state trovate tre vittime, una quarta persona è stata data per dispersa, quindi localizzata, grazie all’apparecchio elettronico Arva, sotto oltre cinque metri di neve. In serata è stata recuperata la salma.

In alcuni punti – raccontano i soccorritori – la neve accumulata dalla valanga ha raggiunto i dodici metri di altezza.

La valanga ha travolto un gruppo di otto scialpinisti che stavano salendo la montagna di 2.453 metri.

Quattro persone sono riuscite a liberarsi dalle masse nevose e hanno lanciato l’allarme. La valanga, con un fronte alto due metri, è scesa a valle per 700 metri.

Il pericolo valanghe in Tirolo attualmente è basso, grado 2 di 5, zone a rischio sono comunque pendii ombreggiati poco frequentati, precisa il bollettino valanghe.

Il Jochgrubenkopf è una montagna molto frequentata anche da scialpinisti del vicino Alto Adige.