“Questa donna vi ha chiesto l’amicizia? Chiamate subito la polizia”

«Attenzione: se questa ragazza tenta di contattarvi sui social, evitatela. Oppure segnalatela alla polizia». Tutto era cominciato con una richiesta di amicizia su Facebook, due chiacchiere in chat e la nascita di una relazione a distanza, ma la storia ha avuto un fine tutt’altro che lieto: la donna in questione è una truffatrice, che è riuscita a scucire a un 43enne di Manchester circa 230mila euro.

La relazione virtuale tra i due è andata avanti per un discreto periodo di tempo, e la donna, che sosteneva di risiedere in Sudafrica, diceva di essere pronta a qualcosa di più profondo e allo stesso tempo lamentava problemi economici, così l’uomo ha cominciato a mandarle denaro tramite bonifico. Ma una volta ricevuti i soldi, della ragazza non si è saputo più nulla, e di sé ha fatto perdere ogni traccia. La polizia di Manchester ha ora aperto un’inchiesta per rintracciarla, e scoperto che il 43enne non è l’unica vittima di colei che si fa chiamare con tre nomi diversi: Christy Dunn, Martha Cameron o Miranda Stinson.
L’ipotesi è che la donna faccia parte di una rete di truffatori online.