Trovato il nido di velutina in Veneto

E’ stato trovato il nido di Vespa velutina, segno della colonizzazione dell’area di Bergantino (RO), a 300 chilometri dall’area rossa di infestazione. Le foto non lasciano dubbi: si tratta di un’enorme colonia di calabrone asiatico.

Il nido è stato scovato dopo una lunga esplorazione dell’area. Si trovava su un carpino a circa 8 metri di altezza e a meno di un chilometro dall’apiario dove sono state avvistate le velutine in volo questa estate.

A differenza di quanto ipotizzato finora, la regina non aveva fondato la sua colonia nell’area golenale del Po, bensì verso il centro abitato. Il nido, che ha dimensioni eccezionali ( 70 X 40 cm circa) è stato avvistato solo alla completa caduta delle foglie.

All’interno sono state trovate molte larve di calabrone non sfarfallate. Le regine fuoriuscite molto probabilmente stanno svernando nell’area.

La vespa

Il calabrone asiatico (Vespa velutina) è un animale originario dell’Asia sud-orientale (Cina del sud, India del nord, penisola indocinese, arcipelago indonesiano).

La vespa è comparsa in Europa nel 2004, probabilmente introdotto con merci di origine cinese. Dopo il primo rilevamento in Aquitania (Francia), si è diffusa in pochi anni in quasi tutta la Francia, penetrando anche in Belgio, Spagna, Portogallo e Germania, dimostrando la sua capacità di fare notevoli danni.

Dal 2012 è presente anche in Italia, penetrata in Liguria dal confine francese.

Come è fatta

Simile al nostro calabrone (Vespa crabro, a destra), ma di dimensioni inferiori, la specie asiatica (a sinistra) si distingue da esso anche per essere più scura, per avere una banda giallo-arancione verso il pungiglione e una stretta linea gialla più chiara vicino al vitino di vespa. Le estremità delle zampe sono colorate di giallo.

 

Vespa velutina (a sinistra) e Vespa crabro (a destra)

Vespa velutina (a sinistra) e Vespa crabro (a destra)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here