La cinghia dello zaino si impiglia sulla seggiovia e rimane appeso per il collo

Era pronto per una discesa in pista sulle neve di Keystone, Colorado: stava per scendere dalla seggiovia quando una cinghia del suo zaino è rimasta impigliata aggrovigliandosi intorno al suo collo, finendo per tenerlo appeso a 3 metri di altezza. È stata una scena spaventosa quella a cui hanno assistito alcuni vacanzieri che erano sulle piste di Arapahoe, dove un uomo è stato salvato in extremis dalle prodezze di un equilibrista che si trovava a pochi metri dallo sfortunato sciatore.

L’uomo era con alcuni amici quando è rimasto appeso per il collo dallo skilift, finendo per perdere i sensi. Mickey Wilson, un equilibrista, si trovava a pochi metri dallo sciatore e ha deciso di intervenire immediatamente: «È stato terrificante: stava per scendere ed è rimasto impigliato con una cinghia appesa al collo – ha raccontato – Un operatore ha fermato immediatamente l’impianto di risalita e un gruppo di persone ha tentato di formare una piramide umana per salvarlo. Tuttavia continuavano a scivolare sulla neve e l’uomo stava per morire. A quel punto mi sono reso conto che dovevo fare qualcosa: mi sono arrampicato sulla corda e ho camminato fino alla sua seggiovia. Ho tentato di rompere la cinghia, ma non ci sono riuscito. Poi mi hanno tirato un coltello e finalmente l’ho tagliata. È stato uno dei momenti più spaventosi della mia vita».

Ci sono voluti cinque minuti per completare le operazioni di salvataggio: l’uomo è caduto sulla neve dove una squadra di soccorso lo attendeva per rianimarlo. È stato ricoverato in un ospedale di Denver e ora è in lenta ripresa. «Sapevo che la mia esperienza poteva essere fondamentale per salvarlo e non ci ho pensato due volte – ha concluso Wilson – Non mi sento un eroe. Mi sono solamente trovato al posto giusto al momento giusto».