Albano Carrisi colpito da un infarto

Era sul palco dell’Auditorium Parco della Musica di via della Conciliazione per provare il concerto di Natale quando è stato colpito da due infarti. Tanta paura per Albano Carrisi, che dopo una lunga operazione nella serata ha rassicurato i fan: “Ora sto bene”.

IL RACCONTO – Il cantante ha quindi raccontato a Oggi la paura per fortuna ora alle spalle: “Nella notte mi hanno operato. Tre ore di intervento, in semi sedazione. Sentivo tutto quello che dicevano e mi sono morso la lingua: mi veniva da fare battute ma poi ho pensato fosse meglio non distrarli”, scherza.

LA DINAMICA – Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 9 dicembre, il cantante era sul palco dell’Auditorium di via della Conciliazione, a Roma, a due passi da Piazza San Pietro, quando è stato colpito da due infarti: “Il primo è stato alle 18, poi un altro. Alle 20 ho ceduto e mi sono fatto portare in ospedale”.

“ORA STO BENE” – “Ora sto bene”, ci dice all’alba di sabato. “Nella notte mi hanno operato. Tre ore di intervento, in semi sedazione. Sentivo tutto quello che dicevano e mi sono morso la lingua: mi veniva da fare battute ma poi ho pensato fosse meglio non distrarli”, scherza. L’aria è quella affaticata e soddisfatta di chi ne ha passata un’altra e se la sta lasciando alle spalle: “se va bene, in un paio di giorni sono fuori. Anche perché ho tante di quelle cose da fare”. La più importante, ora, è tenere a bada questa aorta che ha scoperto essere capricciosa: ” Ma tanto è inutile, lassù non mi vogliono. Resto quaggiù”, ride.