Napoli, raid a colpi di pistola: arrestati due cugini


Traditi da un filmato girato dalle telecamere del sistema di sorveglianza. Per la stesa in via Toledo a Napoli, non l’ultima di due giorni fa ma quella del 7 settembre, in un video è stata trovata la soluzione del caso. Così i carabinieri hanno identificato e arrestato due giovani. Nel corso delle indagini è emerso che la stesa  era stata ampiamente annunciata agli amici degli«sparatori» che  la notte del 7 settembre si erano radunati su via Toledo, per assistere («armati» di smartphone per riprendere l’evento) ai colpi di pistola calibro 9 sparati in aria passando con una moto ad alta velocità in mezzo alle persone che si attardavano a passeggio.

 

Un’azione realizzata in 2 tempi: il primo tentativo era andato a vuoto perché la pistola si era inceppata. Gli autori sono 2 cugini: un 18enne  (già noto alle forze dell’ordine) e un 23enne incensurato. Entrambi sono imparentati con personaggi di spicco del clan camorristico degli “Elia”, operante per il controllo degli affari illeciti nel pallonetto a Santa Lucia.

I due identificati e arrestati dai carabinieri della Compagnia Napoli Centro dopo indagini coordinate dalla Procura e su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli, grazie alle immagini estrapolate da sistemi di videosorveglianza e alla presenza in strada degli amici dei 2 giovani (il video ne immortala uno che li indica ai compagni qualche secondo prima che passino sparando).