26 arresti contro la ‘Ndrangheta sul ponte sullo Stretto – Video


I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno concluso un’operazione congiunta che ha condotto all’arresto di 26 persone. I fermati erano sospettati di aver iniziato a distribuire tangenti agli appaltatori in vista della (possibile) costruzione del ponte sullo Stretto di Messina.

I 26 sono finiti in manette con l’accusa di associazione mafiosa ed estorsione, infatti i carabinieri pensano possano essere ricollegati al boss mafioso Domenico Condello, arrestato nel 2012, dopo vent’anni di latitanza. Il clan Condello è uno dei più alti in grado nella cosca mafiosa calabrese, e grazie a questo maxi arresto la DDA (Direzione Distrettuale Antimafia) è riuscita a stabilire le connessioni che legano i Condello a diverse altre famiglie mafiose, tutte impegnate nell’attività di estorsione nei confronti di commercianti e imprese.