L’Antitrust indaga su WhatsApp per la cessione dei dati a Facebook


ROMA – L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato due procedimenti istruttori nei confronti di WhatsApp Inc. per presunte violazioni del Codice del Consumo. Lo si legge in una nota dell’Antitrust. Un primo procedimento mira ad accertare se la società americana abbia costretto gli utenti ad accettare integralmente i nuovi termini contrattuali, in particolare la condivisione dei propri dati personali con Facebook. L’altro procedimento è diretto ad accertare la vessatorietà di alcune clausole.

A settembre era stato il Garante per la Privacy ad avviare un’istruttoria “a seguito della modifica della policy effettuata da WhatsApp a fine agosto che prevede la messa a disposizione di Facebook di alcune informazioni riguardanti gli account dei singoli utenti, anche per finalità di marketing”. A interpellare Facebook sull’affaire era stata anche la  commissione europeanell’intento di ottenere altre informazioni sulla nuova policy imposta agli utenti della chat verde, ormai bel oltre il miliardo.