Iniziata l’offensiva per cacciare l’Isis da Mosul


Un blitz per riconquistare Mosul considerato come la più grande operazione militare in Iraq. È cominciata l’offensiva per liberare la seconda città del Paese dall’Isis da parte dell’esercito e delle forze antiterrorismo irachene, insieme alla milizia alleata dei peshmerga curdi e alle milizie sciite. Lo ha annunciato alla tv di stato il primo ministro iracheno Haidar al Abadi.

La tv di stato irachena ha mostrato un breve comunicato scritto, poco dopo la mezzanotte, che ha annunciato l’avvio dell’offensiva militare largamente preannunciata per cacciare ll’Isis.

Nelle ultime ore sulla città sono state lanciate dagli aerei decine di migliaia di volantini con istruzioni agli abitanti su come proteggersi durante i combattimenti. La tv di Stato ha mostrato un breve comunicato scritto, poco dopo la mezzanotte, che ha annunciato l’avvio dell’offensiva, largamente preannunciata per cacciare l’Isis dalla seconda città dell’Iraq. Si tratta della più grande operazione militare in Iraq da quando le truppe americane hanno lasciato il Paese nel 2011.