Piano Vesuvio, quasi 1 milione di persone da sfollare in 72 ore


Il piano di emergenza Vesuvio sarà completato entro il mese di ottobre dalla Regione Campania. Lo ha annunciato il presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca in una conferenza stampa con il capo del Dipartimento di Protezione civile Fabrizio Curcio. “Entro due settimane – ha detto De Luca – tutti i 25 Comuni interessati, dove risiedono circa 700 mila persone ci consegneranno i piani comunali, e per la fine del mese il piano sarà completato”.

Nei 25 Comuni dell’ area vesuviana compresi nel piano di emergenza, tra i quali figura anche Napoli, vi sono 672 mila residenti, con oltre 375 mila auto interessate. “Il piano di emergenza – ha detto il responsabile della Protezione Civile, Fabrizio Curcio – non riguarda solo Sicilia e Campania, ma tutto il Paese”. Le Regioni “gemellate” con ciascuno dei 25 Comuni sono già state definite.

immagine_vesuvio_d0In caso di  eruzione del Vesuvio, il Piano si fonda sul gemellaggio tra i Comuni della zona rossa e le regioni pronte ad accogliere le popolazioni che sarebbero costrette al trasferimento. Ovviamente, non dovrebbero essere utilizzate soltanto le autostrade e le arterie di collegamento con le aree situate alla giusta distanza di sicurezza dal luogo dell’emergenza, ma anche gli scali portuali di Napoli, Castellammare di Stabia e Salerno.