Muore a soli 36 anni per una crisi di asma


E’ morto a soli 36 anni, sotto gli occhi della moglie e della madre, per una crisi di asma che non gli ha lasciato scampo. La tragedia si è consumata intorno a mezzanotte in un appartamento di via Pistoiese 417, nei pressi del supermercato Pam. Qui abita il dipendente di una vicina confezione gestita da orientali, anche lui di nazionalità cinese, che è stato soccorso da un’ambulanza della Croce d’Oro di Montemurlo, il cui medico però ha potuto fare ben poco per salvarlo.
Secondo quanto riferito dai familiari ai soccorritori, il trentaseienne cinese, padre di tre figli (il più piccolo ha appena 7 mesi) si è sentito male mentre era al lavoro e anziché chiamare un’ambulanza ha pensato di andare a casa per prendere dei farmaci. L’uomo, hanno detto i familiari, soffriva da tempo di asma e nell’abitazione teneva il nebulizzatore che serve per affrontare le crisi. Per questo, quando si è accorto che respirava con sempre maggiore difficoltà, è corso a casa pensando di fare in tempo. Ma la crisi, come detto, non gli ha lasciato scampo.
Sono stati i familiari a chiamare il 118 raccontando che cosa stava succedendo. Quando l’ambulanza della Croce d’Oro è arrivata sul posto il cuore del trentaseienne aveva già smesso di battere e le manovre di rianimazione non hanno ottenuto l’effetto sperato. Nell’abitazione di via Pistoiese sono arrivati poi anche i carabinieri e i servizi funebri della Croce d’Oro

che si sono occupati della rimozione della salma.
I carabinieri hanno poi avvertito il magistrato di turno, Egidio Celano, che ha preso atto delle cause naturali della morte e non ha ritenuto di dover disporre l’autopsia. La salma è stata dunque messa a disposizione dei familiari.