Treno si schianta nel New Jersey, un morto e oltre 110 feriti – Foto


Un treno di pendolari si è schiantato nella stazione di Hoboken, nel New Jersey, a pochi chilometri da New York, di fronte a Manhattan, dall’altra parte del fiume Hudson. E’ accaduto intorno alle 8,30 del mattino (le 14,30 in Italia). Il bilancio dell’incidente, diffuso dal governatore dello Stato, Chris Christie, è di un morto (una donna, uccisa dal crollo del tetto della stazione) e 114 feriti. Tratti in salvo tutti i passeggeri rimasti intrappolati tra le lamiere.

Il convoglio è entrato nella stazione ad alta velocità, schiantandosi alla fine della banchina affollata di gente. I vagoni si sono sollevati e hanno travolto parte della tettoia dello snodo, molto trafficato, che raccoglie i pendolari diretti a New York. L’unica vittima di cui si ha notizia ufficiale era proprio sulla banchina. Lo riporta la Cnn.

Le immagini mostrano danni strutturali e il treno bloccato in mezzo allo scalo, sui marciapiedi. “È tutto molto confuso, non escludiamo alcuna possibilità anche se è presto per trarre conclusioni”, ha detto il governatore Christie prima di recarsi a Hoboken, e in contatto con il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, poiché il treno proveniva da Spring Valley, nello Stato di New York. Le indagini si svolgono in collaborazione con le autorità federali. L’Fbi esclude la pista terroristica, seguìta invece una decina di giorni fa dopo le bombe che avevano provocato 29 feriti a New York. Dietro allo schianto, secondo le prime ipotesi, ci sarebbe l’alta velocità del treno provocata probabilmente dall’errore di un “operatore”, non è chiaro se il macchinista o qualcuno del personale a terra. Il macchinista, trovato al suo posto privo di conoscenza, sta collaborando alle indagini.