La ragazza di 18 anni viene seppellita viva perchè colpita da un fulmine, la cura bizzarra


Monteria, Colombia. Un grande buco in giardino e un po’ di terra. Il seppellimento della 18enne colombiana Ana Ballesteros è pronto. Il problema è che non si tratta di un morto, bensì di una ragazza viva e vegeta, che consapevolmente si inoltra nel foro e si fa seppellire con la terra fino al collo. E lo fa per curarsi: la ragazza, colpita da un fulmine, ha avuto problemi alla schiena e ai piedi, riscontrando parecchie difficoltà a camminare. I familiari hanno quindi pensato di guarirla attraverso questo bizzarro modo, ereditato dagli antenati.

La ragazza viene seppellita viva per essere liberata dall’energia che ha ricevuto tramite il fumine. Tre giorni alla settimana per quattro ore, la 18enne si sottopone, dunque, a questo rito, con la speranza di riprendere bene a camminare.

c_2_articolo_3032898_upiimagepp

Ana è stata colpita dal fulmine andando al college. Subito dopo è stata ricoverata e curata in ospedale, ma, anche dopo i trattamenti medici, continuava a soffrire di dolori alla schiena e non riusciva a camminare bene. I genitori hanno quindi deciso di usare questa tecnica che a Monteria, nel dipartimento di Cordoba, in Colombia, veniva in passato utilizzata come cura.

I medici si dicono scettici sulla sepoltura della ragazza, mentre i familiari pensano e sperano che il loro metodo la guarisca.