Caserta, partorisce a 62 anni: mamma e neonato stanno bene


Alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno, Caserta, Maria Rosaria di 62 anni ha dato alla luce un bimbo, Elias. L’equipe medica rassicura che entrambi stanno perfettamente bene e che il parto si sia svolto regolarmente. La donna, malgrado l’età avanzata e quattro aborti spontanei, ha voluto tentare un’altra gravidanza: il bimbo pesa 3.5 chilogrammi e non ha vuto bisogno di cure particolari.

Dopo alcune difficioltà alla 34 settimana la donna si è presentata alla clinica. Il dottore Stefano Palmieri, che dirige il reparto di ginecologia e ostetricia, dichiara: “Abbiamo fatto in modo di arrivare all’inizio del nono mese e poi si è deciso di procedere al cesareo.” Anche se era possibile un moderato rischio di emorragianon si hanno avute complicanze e a detta dello stesso Palmieri: “Sia la mamma che il piccolo stanno bene e l’equipe è raggiante.”

Sulle prossime ore il dottor Palmieri commenta:”Non so se la madre riuscirà ad allettare il piccolo qualora ce ne fossero le condizioni certamente sì. Comunque ne discuteremo con il neonatologo. Vediamo, intanto, se arriva la montata lattea nelle prossime ore.” La gravidanza, seppur a lieto fine, rimane un caso straordinario tanto che in letteratura medica non si presentano altri casi di parti oltre i 60 anni. Con l’avanzare dell’età, infatti, i rischi di ipertensione, aborto e anomalie cromosomiche aumentano notevolmente. Infatti il dottor Palmieri ricorda: “Con l’equipe che dirigo ci teniamo a sottolineare che questi sono casi rari, che comportano enormi rischi. Tutto è andato bene ma non è datto che gravidanze analoghe possano avere lo stesso esito.”