Preso dopo sparatoria lʼautore afghano

Le forze dell’ordine americane hanno arrestato Ahmad Khan Rahami, il 28enne di origine afghana ricercato in relazione agli attacchi a New York ed in New Jersey. Rahami è stato ferito durante l’operazione

175442856-8d371e13-d512-4ab6-b498-9e426631b577Ahmad Rahami è stato fermato dalla polizia a Linden, in New Jersey. Lo rendono noto la Cnn e la Nbc. Il 28enne afghano, naturalizzato americano, oltre che per le bombe di sabato sera a Manhattan, una delle quali è esplosa facendo 29 feriti, era ricercato anche per quelle trovate in uno zaino in New Jersey.

Il ricercato è stato catturato in seguito a uno scontro a fuoco con la polizia avvenuto a Linden, New Jersey, a 20 chilometri da New York. Il sindaco della città, dove è avvenuto l’arresto, ha raccontato che “il proprietario di un bar l’ha trovato che dormiva fuori il locale, lunedì mattina. Ha detto di aver pensato che fosse un vagabondo, ma i poliziotti che hanno risposto alla sua chiamata hanno subito realizzato che si trattava di Ahmad Khan Rahami”, si legge su The Guardian.

Nella sparatoria è rimasto ferito anche un poliziotto. Rahami è stato colpito alla spalla destra: dopo essere stato medicato, è stato arrestato. Nelle immagini apparse sui principali network statunitensi, si può vedere il giovane uomo – robusto, con barba e capelli corti – mentre viene trasportato in barella su un’ambulanza.

De Blasio: non si cerca nessun’altro – La caccia all’uomo dopo le bombe di New York e del New Jersey si sarebbe conclusa. Non ci sarebbero infatti altre ricerche in corso, almeno per il momento, dopo l’arresto di Ahmad Kahn Rahami: lo ha detto il sindaco di New York, Bill de Blasio.