Alta tensione tra Stati Uniti e Pyongyang, i cacciabombardieri americani sorvolano il cielo della Corea del Nord


Gli Stati Uniti hanno fatto volare alcuni cacciabombardieri supersonici in grado di trasportare armi nucleari nei cieli dell’alleato sudcoreano per intimorire la Corea del Nord dopo il suo quinto test nucleare. I cacciabombardieri B-1, scortati da jet statunitensi e sudcoreani, sono stati avvistati da un fotografo dell’Associated Press mentre sfrecciavano al di sopra della base di Osan, a 120 chilometri dal confine con la Corea del Nord.

Dopo il volo, i bombardieri avrebbero fatto ritorno alla loro base nell’isola di Guam, territorio statunitense nell’oceano Pacifico, senza atterrare in Corea del Sud. Azioni di questo tipo sono frequenti nei periodi segnati da tensioni. Seoul non dispone di armi nucleari e fa affidamento sull'”ombrello nucleare” statunitense come deterrente nei confronti della Corea del Nord. Pyongyang sostiene che l’ostilità degli Usa è il motivo per cui il Paese ha bisogno di dotarsi di un programma nucleare.