Nuova ondata di raid dei bombardieri russi contro lʼIsis in Siria

I jet russi Sukhoi-34 sono nuovamente partiti dalla base aerea iraniana di Hamadan ed hanno effettuato una ondata di raid in Siria. Lo fa sapere il ministero della Difesa. I jet, prosegue il comunicato citato dalla Tass, sono decollati con il carico massimo di bombe. “I bombardieri russi – precisa il ministero della Difesa – hanno colpito pesantemente le strutture dei terroristi dello Stato Islamico nella provincia di Deir el-Zor”.

I jet trasportavano il carico massivo di bombe OFAB-500 (esplosivo ad alta frammentazione). In seguito al bombardamento due centri di comando e grandi campi di addestramento dell’Isis sono stati distrutti; nell’attacco più di 150 militanti, inclusi mercenari stranieri, sono stati uccisi”.