A Napoli e provincia è ancora emergenza blatte e topi


Continua l’emergenza blatte a Napoli. La città, soprattutto il centro storico e le zone limitrofe, sono ancora invase da scarafaggi che fuoriescono dai tombini della rete fognaria pubblica, disseminando il panico tra i cittadini e i turisti, costretti a fare una vera e propria corsa ad ostacoli sui marciapiedi e nei pressi di bar e ristoranti. Un piano di lotta a questi animali esiste già da mesi, per scongiurare l’insorgere di un’emergenza igienico-sanitaria, che il caldo estivo rende ancora più pericoloso.

Ma gli interventi di disinfestazione messi in atto dal Comune d’accordo con le singole municipalità pare non aver avuto i risultati sperati, lasciando l’area del Lungomare e una parte del quartiere Vomero, quelle cioè in cui sono concentrati la maggior parte dei locali, tra quelle più colpite. A luglio sono stati molti i condomini che hanno provveduto in proprio, gettando disinfettanti oppure tenendo ben chiusi i tombini, perché i residui di cibo e altra immondizia che si accumula sulla strada attirano questi insetti che risalgono dalle fogne.