Rifiuta la droga dai pusher: viene picchiato davanti ai suoi figli


Una storia che ha davvero dell’incredibile quella accaduta a Mestre (Venezia). Un uomo di 38 anni ha rifiutato la droga che alcuni pusher gli avevano proposto. Sua moglie ha raccontato:

“Come ogni mattina mio marito era uscito per la passeggiata con i nostri cani. Era tranquillo, mai si sarebbe aspettato quello che poi è successo. Ad un certo punto, infatti, sotto casa, uno spacciatore tunisino della zona, che noi conosciamo molto bene di vista, gli si è avvicinato per offrirgli della droga. Purtroppo almeno in questa zona lo fanno spesso, per loro è normale fermare i passanti e domandare se vogliono dello stupefacente. Al rifiuto di mio marito lui ha cercato lo scontro e senza che avesse il tempo di capire quello che stava succedendo, lo ha preso a pugni al volto. Mio marito allora ha gridato e fortunatamente le urla hanno raggiunto un vicino di casa che è sceso in strada, ha rincorso l’aggressore e lo ha messo in fuga. Ho chiamato due volte la polizia e alla fine, quando ormai il pusher era lontano, sono arrivati”.

Non è finita qui. Il malvivente, infatti, ha avuto anche il tempo di minacciare l’uomo prima di scappare: “So chi sei e dove abiti” gli avrebbe detto.