Berlusconi “compra” Forza Italia


Saldando in qualità di fideiussore gli ultimi debiti del partito azzurro nei confronti delle banche per un importo complessivo di 43 milioni 915mila 812euro, Silvio Berlusconi salva ancora Forza Italia.

Riempiendo il buco l’ex Premier è diventato l’unico creditore di Forza Italia, un partito gravato da un debito mostruoso pari ad oltre 98 milioni di disavanzo patrimoniale. Dalla relazione sul bilancio 2015 a firma della senatrice Mariarosaria Rossi, emergere il buco di Forza Italia passato da 95.430.062 euro del precedente esercizio agli attuali 98.976.343 euro.

“Nei primi mesi dell’esercizio – si legge nella relazione firmata dalla senatrice e tesoriere del gruppo al Senato – a causa dell’escussione di fideiussioni personali rilasciate in precedenti anni a diversi istituti bancari, a garanzia di affidamenti da questi concessi al nostro Movimento, il presidente Berlusconi ha provveduto a saldare in qualità di fideiussore gli ultimi debiti esistenti nei confronti delle banche per un importo complessivo di 43 milioni 915 mila 812 euro”.

“Il presidente è così divenuto il nuovo creditore nei confronti di Forza Italia per l’importo pari ai pagamenti da lui effettuati per un ammontare globale di 90.433.600 euro, somma comprensiva dei versamenti già effettuati al 31 dicembre 2014.

L’austerity che ha colpito il partito azzurro non ha tuttavia appianato i conti: “il disavanzo di 3 milioni 546 mila 281 euro subito nell’anno in esame appare in fortissima riduzione rispetto a quello di 11 milioni 881mila 327 subito nell’esercizio 2014, con un divario tra i due risultati di 8 milioni 335mila e 46 euro”.