Euro 2016, scontri a Marsiglia: un inglese rischia di morire


Altissima tensione e scontri a Marsiglia dove gli hooligans inglesi e la polizia francese sono venuti nuovamente a contatto all’altezza del Porto Vecchio della città. Un gruppo di tifosi inglesi ha iniziato un lancio di bottiglie che ha coinvolto diversitifosi russi. Secondo BFM-TV, un inglese si trova in ospedale “tra la vita e la morte”. Tafferugli anche dopo il match. Il bilancio è di 31 feriti e 6 fermati.

Il tifoso inglese ricoverato nell’ospedale di Marsiglia sarebbe stato ripetutamente colpito alla testa da un tifoso russo. Lo sostiene il ‘Telegraph’ che cita un testimone che avrebbe assistito all’aggressione a poche ora dal calcio d’inizio di Inghilterra-Russia nella zona del porto di Marsiglia. Lo stesso testimone ha raccontato di aver assistito all’intervento del personale medico che ha praticato un massaggio cardiaco per rianimare l’uomo che aveva riportato ferite visibile alla testa.

La situazione si è calmata solo dopo l’intervento della polizia francese che con l’utilizzo massiccio di gas lacrimogeni ha disperso i tifosi. Poco prima, secondo quanto ha riferito un testimone alla Bbc, alcuni tifosi inglesi, che sanguinavano, erano stati portati via da poliziotti. C’erano stati anche ripetuti lanci di bottiglie. La situazione si presentava tesa, come anche la notte scorsa quando gruppi di inglesi che avevano assistito in alcuni bar della zona del porto alla partita Francia-Romania erano stati attaccati, sempre secondo la Bbc, da una “trentina di vandali locali, di giovane età”.