Va a scuola senza reggiseno e il preside la sospende: ecco la reazione di Kaitlyn – Foto


Kaitlyn Juvik è una studentessa del Montana che ha deciso di portare avanti una piccola battaglia dopo essere stata sospesa dal preside del suo istituto, l’Helena High School. La ragazza è colpevole di avver aggirato il divieto di andare a scuola senza reggiseno.

Per il dirigente scolastico quello di Katlyn è stato un atteggiamento “sfrontato” che violerebbe il codice di abbigliamento scolastico e farebbe sentire a disagio le persone.
La ragazza, risentita, ha postato un selfie commentando: “Se qualcuno è curioso, questa è la maglia che indossavo quando sono stata rimproverata”. Il capo d’abbigliamento contestato è una maglia nera che lascia scoperta una spalle. Poi su Twitter ha aggiunto:  “Non c’era nulla di inappropriato nel mio abbigliamento. E poi accorgersi che ero senza reggiseno era un’impresa davvero dura. Non ho indossato nulla che andasse contro il codice di abbigliamento scolastico”.

La storia ha fatto il giro del mondo e dei social. E’ esploso un caso e le studentesse si sono messe dalla parte della ragazza per sostenere la sua causa. Il preside, Steve Thennis, intervistato dal Daily Mail, si è giustificato dicendo che il rimprovero non è scattato sull’assenza del reggiseno in sè, quanto sul fatto che questo aveva messo a disagio un’altra persona.
E’ stata creata una pagina Facebook, “No Bra, no problem”.