Terremoto, scossa nell’Italia centrale. Paura tra Umbria, Lazio e Toscana

Il sisma, di 4.1 di magnitudo, è stato avvertito distintamente in una vasta area nel territorio di tre regioni. L’epicentro nell’Orvietano dove è caduto qualche cornicione. Gente in strada e numerose chiamate ai vigili del fuoco anche in località della Bassa Maremma grossetana e nelle zone dei laghi di Bolsena e Trasimeno.

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata registrata alle 22.24 in provincia di Terni, nella zona dell’Orvietano, al confine con il Lazio, dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Il movimento tellurico è stato chiaramente avvertito dalla popolazione, ma al momento i vigili del fuoco non segnalano danni. L’ epicentro è stato individuato tra Castel Giorgio, Castel Viscardo (Terni) e S. Lorenzo Nuovo (Viterbo), a una profondità di 15 chilometri.