Roma, studentessa 22enne ritrovata carbonizzata in periferia


Sdraiata a terra, semicarbonizzata, nel parcheggio di un ristorante all’estrema periferia di Roma, mentre a circa 200 metri la sua auto era avvolta dalle fiamme.

Si indaga per omicidio volontario per la morte di Sara Di Pietrantonio, una studentessa universitaria di 22 anni trovata morta nella notte in via della Magliana, oltre lo svincolo per il Grande raccordo anulare. Al momento non si esclude nessuna pista compresa quella di un femminicidio.

La mamma tra i primi a vedere il corpo – Tra i primi a vedere il corpo della giovane, la madre Tina e lo zio, che erano usciti con la macchina a cercarla perché tardava a rientrare. L’ultimo messaggio Sara l’ha inviato alla madre intorno alle 3.30: “Sto tornando a casa” le ha scritto, come faceva di consuetudine, dopo aver accompagnato l’amica di danza con cui era uscita. Rimane da chiarire cosa sia successo dopo. Forse Sara ha incontrato qualcuno che conosceva e si è fermata a parlare, magari proprio nel parcheggio del ristorante.