Caivano, arrestato un vicino di casa per la morte della piccola Fortuna Loffredo


I carabinieri della compagnia di Casoria (Napoli) hanno eseguito un arresto in relazione all’omicidio della piccola Fortuna Loffredo, morta il 24 giugno del 2014 nel cortile del complesso residenziale Parco Verde di Caivano. Raimondo Caputo, 44 anni, è il compagno della vicina di casa dei Loffredo. La donna è la mamma del piccolo Antonio, che morì nel 2013 in circostanze sospette e simili a quelle di Fortuna.

Presunto omicida: “Sono un bravo padre”Ha sempre negato di aver ucciso la piccola Fortuna Loffredo e di aver commesso abusi sessuali verso minori, descrivendo se stesso agli inquirenti addirittura come “un bravo papà” per le figlie della compagna. Ma di fronte alla seconda ordinanza in carcere ricevuta in pochi mesi, questa volta con l’accusa di essere il responsabile della morte della bimba di sei anni, il 44enne ha vacillato “probabilmente non perché si sia pentito, ma solo perché ha iniziato a comprendere che resterà in carcere molto a lungo”, ha spiegato il colonnello Rino Coppola.